Costruzione e messa in atto del Vocational Training Centre in Katako

Gli agostiniani da anni stanno proponendo un programma di dialogo e ricostruzione della pace grazie ad attività di formazione al lavoro, aiuto alle famiglie colpite durante gli scontri e assistenza generale a coloro che vertono in condizioni di disagio e abbandono.

L’area centrale della Nigeria, in inglese middle belt, composta dagli stati di Kwara, Kogi, Benue, Plateau, Nasarawa, Niger, Taraba, Adamawa, Kaduna, Kebbi, Bauchi, Gombe e Borno, dal 2000 è teatro di scontri molto cruenti causati da differenze religiose e culturali. Nella città di Jos, capitale dello stato di Plateau, la popolazione vive nel terrore di rimanere vittima di un attacco di Boko Haram, come successo nel maggio del 2014, o degli scontri fra diverse etnie che negli ultimi anni hanno provocato migliaia di morti.

Descrizione

La Curia Generalizia, in partenariato con i missionari agostiniani nigeriani, ha sostenuto l’apertura di un centro di formazione al lavoro a Katako, una zona a maggioranza mussulmana e dove gli agostiniani, nell’ottobre del 2008, furono attaccati nella loro Basilica di Santa Monica. Padre John Abubakar, Provinciale degli Agostiniani in Nigeria, e Sheik Balarabe Dau’d, Imam della Mosche Centrale di Jos, hanno deciso che la migliore risposta per contrastare le tensioni, fosse di aprire un centro di formazione per donne soprattutto mussulmane in un edificio degli agostiniani. Oggi sono circa 130 le ragazze che frequentano i corsi di sartoria, parrucchiera e cucina nel nostro centro e una volta ricevuto il diploma, vengono assistite nell’apertura di piccole imprese. Il futuro della Nigeria passa soprattutto da questi piccoli gesti…

 

SettoreFormazione al lavoro e peace building
LocalitàNigeria: Jos, quartiere mussulmano di Katako
Importon.a
Data InizioMarzo 2013
Data FineIn atto
FinanziatoriProvincia Agostiniana di Nigeria, Imprese locali
Stato progettoAperto