Il nostro impegno alle Nazioni Unite

La Fondazione trova ispirazione nelle parole di Sant’Agostino così come nei principi della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani delle Nazioni Unite.

La Storia

Durante il Capitolo Intermedio tenutosi a Dublino nel 1974, gli agostiniani iniziano a riflettere sulla dimensione sociale e politica che la loro opera ha a livello locale ed internazionale. Nel 1995, grazie al lavoro di Padre Arturo Purcaro e Padre John Paul Zura, gli agostiniani iniziano a ragionare sull’utilità di far riconoscere dalle Nazioni Unite l’importanza del lavoro svolto dai loro missionari nel mondo e nel 1997 la Curia Generalizia Agostiniana viene riconosciuta come ONG dal Dipartment of Public Information delle Nazioni Unite. Sin dal primo anno si decide di affidare la rappresentanza dell’Ordine all’ONU ad un frate agostiniano ad iniziare da Padre Jesus Guzman che rimarrà in carica dal 2002 al 2007. Padre John Deegan (2007-2010) e padre Emeka Christian Obiezu proseguiranno il lavoro e, nel maggio del 2014, le Nazioni Unite, riconoscendo il valore svolto sino a quel momento, concedono un avanzamento di status alla Curia, inserendola fra le ONG parte del Consiglio Economico e Sociale ECOSOC col nome di Augustinians International.
Nel febbraio 2015 la Curia chiede alla Fondazione Agostiniani nel Mondo di far parte del progetto. Il suo compito sarà di coinvolgere maggiormente i missionari agostiniani nelle attività di advocacy e di sostenere l’ONG a New York nel denunciare soprusi commessi contro donne, bambini, minoranze etniche e migranti, portando all’attenzione delle Nazioni Unite le istanze dei più poveri.

Il nostro impegno

L’impegno alle Nazioni Unite si sviluppa su tre versanti: l’educazione, lo sviluppo ed il rispetto dei diritti umani.
L’educazione perché, riprendendo le parole di Sant’Agostino nelle “Confessioni” non deve discriminare nessuno e tutti, bambini e bambine, devono avere la possibilità di studiare. Inoltre lo studio deve essere finalizzato ad una crescita personale, anche e soprattutto spirituale, e non solo dettato da motivazioni economiche.
Nell’opera “La Città di Dio” si trovano indicazioni precise su cosa e come dovrebbe essere lo sviluppo dell’umanità, non incentrato su interessi corporativi ed economici bensì su equità sociale e rispetto.
Infine, nell’opera “De Trinitate”, Sant’Agostino afferma con forza la necessità di rispettare i diritti e la dignità umana, indipendentemente dal credo religioso, l’appartenenza sociale, la culturale ed il sesso.
Augustinians International, con la collaborazione della Fondazione Agostiniani nel Mondo onlus, fa parte del programma Culture of Peace, iniziato nel 1999 e finanziato dall’UNESCO. Il programma si sviluppa su sei principi fondamentali:

  1. Il rispetto di ogni essere umano e della sua dignità;
  2. Il rifiuto di ogni tipo di violenza (fisica, sociale, sessuale, economica e psicologica) soprattutto se rivolta ai bambini;
  3. La condivisione delle risorse per porre fine all’esclusione sociale;
  4. Difendere la libertà di espressione e impegnarsi per la promozione del dialogo anche fra parti avverse;
  5. Promuovere il consumo responsabile nel rispetto della vita e della natura;
  6. Aiutare la creazione di una comunità unica, fondata su principi democratici, solidaristici e che includa le donne.

 

Le collaborazioni

Un lavoro di advocacy, per essere efficace, si deve sviluppare in collaborazione con altre organizzazioni.
Augustinians International e la Fondazione Agostiniani nel Mondo collaborano stabilmente con International Catholic Organizations Network, Caritas Internationalis, Congregation of the Mission, Congregations of St. Joseph, Dominican Leadership Conference, Franciscans International, Passionists International, Sisters of Notre Dame de Namur e Vivat International.
Inoltre Augustinians International fa parte delle seguenti commissioni: Committee on Financing for Development, Committee on Migration, Committee of Religious NGOs, Committee on Social Development, Committee on the Status of Women, Committee to Stop Trafficking in Persons, Committee on Sustainable Development e del Working Group on Girls.
Per aiutare il lavoro di advocacy della rappresentanza degli agostiniani alle Nazioni Unite, la Fondazione Agostiniani nel Mondo ha iniziato a collaborare con Caritas Internationalis, Caritas Italiana, CONCORD Italia, CIDSE, FOCSIV e Regional Mixed Migration Secretariat.

Le sedi

New York

Augustinians International
246 East 46th St. Suite 1F

New York, NY 10017
Web: www.augustiniansinternational.com
e-mail: augustiniansint@gmail.com

Roma

Fondazione Agostiniani nel Mondo
Via Paolo VI, 25

00193 – Roma
Tel. +39 06 680061
Web: www.osafund.org
e-mail: progetti@osacuria.org