Restituire ai giovani algerini la speranza nel futuro

L’obiettivo del progetto è creare un programma di assistenza psicologica e sociale per i giovani algerini, strutturato in centri di ascolto gestiti da professionisti, associazioni e volontari, con lo scopo di contrastare il preoccupante aumento della scelta del suicidio come risposta definitiva alle difficoltà e all’incertezza.

L’Algeria è stata protagonista, negli ultimi anni, di una fortissima crescita economica e di un netto miglioramento degli indici di sviluppo umano. Nonostante questo, ancora un quarto della popolazione è sotto la soglia di povertà, esistono insicurezza ed ingiustizia sociale e il tasso di disoccupazione dei giovani rimane alto (un giovane su tre non ha lavoro), in particolar modo per quelli con livelli di istruzione più alti. Questo genera un senso di frustrazione, alienazione e perdita di fiducia del futuro che inducono molti giovani a scegliere di togliersi la vita.

In Algeria il tasso di suicidio è in costante aumento e sta raggiungendo dimensioni allarmanti (ogni giorno almeno tre persone si tolgono la vita e il fenomeno riguarda maggiormente i giovani tra i 15 e 24 anni). Il tema è trattato come tabù pertanto risulta difficile affrontarlo in maniera scientifica, inoltre al momento non esiste una risposta istituzionale: per questo il progetto intende costituirsi come modello metodologico che possa essere replicato anche da altre organizzazioni.

Il progetto quindi prevede la creazione di un programma di assistenza che garantisca sostegno e prevenzione attraverso la creazione di 5 centri di ascolto nelle città di Algeri, Boumerdes e Annaba e l’istituzione di una linea telefonica da cui operatori qualificati possano rispondere a persone che non possono fisicamente recarsi nei centri.

SettoreSocio-assistenziale
LocalitàAlgeri, Boumerdès and Annaba
Importo57.900 euro
Data InizioOttobre 2019
Data FineIn atto
FinanziatoriThe St. Augustine Foundation
Stato progettoAperto